perchè l'acqua salata della piscina è bianca?

Inviata da ALESSANDRA. 1 feb 2018 · 4 Risposte · Manutenzione piscine

l' acqua salata dotata della mia piscina con impianto elettrolisi coperta e riscaldata (30/32 gradi) nn è limpida ma biancastra e ci sono delle particelle che galleggiano e che formano nello skimmer una poltiglia bianca . il ph sta a 7.2. usato anticalcare ma nn migliora. cosa posso fare?

4 Risposte

  • Miglior risposta

    gentilissima buongiorno, il valore corretto di pH è 7.2/7.6; relativamente al materiale in sospensione potrei inziare nel consigliarla di utilizzare un prodotto flocculante: questo infatti, immesso nell'acqua, rende i prodotti i sospensione, di diametro superiore, unendoli fra loro, cosi facendo gli stessi potranno essere piu agevolmente filtrati dalla sabbia quarzifera (sempre che le abbia un filtro a sabbia); immesso il flocculante in piscina bisogna che lo si lasci agire secondo i tempi riportati sulla etichetta; stesso vale per la quantità da immettere in acqua. una volta lasciato agire i"fiocchi" dovrebbero essersi depesotitati sul fondo (chiaramente a motori spenti), dopo di che protrà provvedere alla loro aspirazione tramite l'aspirafango (avendo cura di non rimetterli in sospensione magari con passaggio dello spazzolone troppo rapidi) ed eseguendo bene i controlavaggi successivi del filtro. il calcare in questo caso nulla centra; se fosse un problema di questa natura ci sarebbero incrostazioni e depositi ma non materiale lattiginoso in sospensione.
    a sua disposizione anche telefonicamente per poterle essere d'aiuto.

    cordiali saluti
    Geom Marras
    aePiscine

    Pubblicato il 05 Febbraio 2018

    Logo aepiscine
    aepiscine Moncalieri

    125 Risposte

    200 Valutazioni positive

Che cosa vuoi sapere?

Le aziende di Piscine risponderanno alle tue domande.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri sia la tua domanda?
    Puoi aggiungere un'immagine che ti aiuta a far capire meglio la tua domanda
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 1400 Aziende a tua disposizione
    • 850 Domande inviate
    • 3400 Risposte inviate
    • Sarebbe opportuno comunque ogni tanto effettuare delle flocculazioni, soprattutto su piscine riscaldate.
      Puo' effettuare la flocculazione inserendo appositi pastiglioni nello skimmer o con prodotto liquido direttamente in vasca; deve procedere quindi successivamente all'azione del prodotto all'eliminazione del residuo che si forma sul fondo direttamente in fognatura, dopo spegnimento della piscina di una mezza giornata, con la spazzola aspirafango.

      dott. ing. Alberto Diana
      il dott. piscina
      Acqua SPA S.r.l.

      Pubblicato il 05 Febbraio 2018

      Logo Acqua SPA S.r.l.

      55 Risposte

      27 Valutazioni positive

    • Buongiorno,il mio consiglio e di svuotare di 15 cm circa e poi riempire.

      Pubblicato il 04 Febbraio 2018

      Logo Dea Pools
      Dea Pools Prata di Pordenone

      21 Risposte

      2 Valutazioni positive

    • Buongiorno Alessandra,
      la torbidità dell'acqua nella sua piscina, potrebbe essere causata principalmente da tre motivi:

      - precipitazione di carbonati causata da un eccessivo repentino innalzamento o abbassamento del livello del pH dell'acqua. Questo accade quando si alza o si abbassa troppo velocemente il pH con i prodotti specifici (pH meno oppure pH più). Il consiglio per prevenire questo problema è quello di frazionare in piccole dosi di correttore pH l'impiego del medesimo fino al raggiungimento del valore desiderato con intervalli tra una applicazione e l'altra di almeno 3-4 ore. Per risolvere il problema attuale, occorre l'impiego di flocculanti specifici che tengano in considerazione il tipo di filtro in suo possesso (a sabbia, a diatomee, a calza, a cartuccia ecc.) e che siano compatibili con il sistema ad elettrolisi che ha installato.

      - scarsa concentrazione di ossidante (cloro). Questo accade quando il suo sterilizzatore salino non produce abbastanza cloro e quindi si inizia a formare nell'acqua una colonia di sostanza organica che in prima istanza si presenta come una concentrazione gelatinosa e filamentosa di particelle biancastre e successivamente degenera in un tappeto verde di alghe (se l'acqua della piscina è esposta a raggi solari che ne alimentano la fotosintesi clorofilliana). Per prevenire il problema, occorre analizzare periodicamente con apposito tester il valore del cloro in acqua che deve attestarsi tra lo 0,6 ed il 1,5 ppm. Nel caso in cui, no

      Leggi tutto

      Pubblicato il 04 Febbraio 2018

      Logo Wellness & Pools
      Wellness & Pools Casalecchio di Reno

      19 Risposte

      5 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande