Accesso Aziende Registra la tua azienda gratis

Piscina: acqua salata o dolce?

Non solo piscine ad acqua dolce: ultimamente si stanno diffondendo sempre più le piscine ad acqua salata.

20 apr 2015 Wellness - Tempo di lettura: min.

Moncalieri Torino

30 Raccomandazioni

Con l'estate alle porte e il caldo in arrivo, la voglia di un tuffo è sempre più viva. Accanto ai classici modelli ad acqua dolce, si fanno sempre più strada le piscine ad acqua salata.

Le piscine ad acqua salata sono più rispettose del pH della pelle e gestirle è più semplice. Come fare a scegliere?

Ce lo spiega l'Ing. Alberto Diana dell'azienda Acqua Spa, leader nella progettazione e costruzione di piscine.

Quali sono le proprietà e le caratteristiche della piscina con acqua salata?

Il sale all'interno di una piscina è circa un decimo rispetto a quello presente nell'acqua di mare. In questo modo l'acqua della piscina a sale presenta caratteristiche adatte a quelle della pelle. Per le piscine ad acqua salata l'ossidante viene prodotto con il processo di elettrolisi.

In cosa consiste esattamente?

L'elettrolisi è quel processo che permette la formazione dell'acido ipocloroso "HClO", ovvero l'agente ossidante delle piscine a partire da sale disciolto in acqua. Grazie a questo processo, i classici pastiglioni di cloro utilizzati per la disinfezione dell'acqua vengono sostituiti dal sale. Quest'ultimo, la cui composizione chimica è Na+ Cl-, disciolto nell'acqua della piscina, fa si che Na+ si libera nell'intera piscina, mentre Cl- si combina con l'OH+ dell'acqua e forma l'acido Ipocloroso con il processo, appunto, di elettrolisi. Questo permette di avere sempre la giusta percentuale di cloro nell'acqua della piscina ora controllata automaticamente, dando così la libertà di non dover tenere sempre sotto controllo il parametro cloro all'interno della piscina con strumenti manuali.

Quali sono i vantaggi di una piscina salata?

Innanzi tutto quello di non dover usare le pastiglie di cloro. Inoltre, lo ione Na+ che rimane presente nell'acqua ne aumenta l'alcalinità, che viene compensata con immissione dell'acido in vasca attraverso una pompetta automatica. Questo sistema permette di gestire quindi in modo automatico i parametri dell'acqua dimenticandosi delle operazioni manuali.Con il sistema di elettrolisi e controllo pH, è possibile regolare in tempo reale i parametri dell'acqua della piscina (cloro e pH).L'altro vantaggio dell'acqua salata è quello di inibire la crescita di alghe, a differenza di quanto accade con l'acqua dolce. Con la funzione di controllo automatico, l'acqua sarà quindi sempre pulita, trasparente ed equilibrata.

La salinità dell'acqua incide sul pH della pelle?

La salinità dell'acqua è compatibile con il pH della nostra pelle. La salinità di una piscina è circa un decimo rispetto a quella del mare, quindi lascia meno sale sulla pelle. Per questo motivo fare il bagno in una piscina salata sarà molto più piacevole.

Per quanto riguarda le pompe e il motore, il sale può creare problemi di corrosione?

Se fosse acqua marina sì, ma qui si tratta di un'acqua leggermente salata. Va anche detto che le pompe di recente costruzione hanno normalmente tutti gli organi in materiale plastico e non c'è più nessun componente che determina corrosioni sulla pompa. Su una piscina esistente deve essere ovviamente effettuata una verifica sull'impianto e sui componenti presenti in vasca.

È più richiesta la piscina ad acqua salata o quella ad acqua dolce?

La nostra azienda ha molta esperienza nel sistema di elettrolisi salina e realizza queste piscine oramai da diversi anni. Il 90 % delle richieste che ci arrivano è per le piscine da acqua salata. Quelle ad acqua dolce sono limitate ad un uso pubblico, dato che la normativa Italiana non prevede ancora l'uso delle piscine salate, a differenza di altri Paesi europei.

Quale delle due è più vantaggiosa a livello di costi?

Dipende molto dalle dimensione della vasca. In generale, il sistema di elettrolisi salina costa, per una piscina media da 70 mc, circa 1.500,00 € in più (una tantum), ovvero il 5-6 % in più rispetto al sistema tradizionale della piscina ad acqua dolce. Il vantaggio è però quello di liberarsi della schiavitù del cloro e del suo costo.

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su guidapiscine.it/proteccion_datos

Articoli correlati